ActionAid Italia
in Zambia

ActionAid Italia in Zambia

Adozione a distanza

2001

Inizio attività

Adozione a distanza

4

Progetti attivi

Adozione a distanza

2.718

Bambini sostenuti

Adozione a distanza

22.344

Persone raggiunte

Adotta un bambino a distanza

Adotta ora

Un Paese in cerca di riscatto

Lo Zambia ha uno dei tassi di mortalità infantile più alti al mondo. Nel Paese per 2 persone su 3 l’agricoltura è la principale fonte di sostentamento, ma repentini cambiamenti climatici, lunghi periodi di siccità e forti alluvioni vanificano spesso il lavoro dei contadini, che faticano a sfamare adeguatamente la propria famiglia. La maggioranza della popolazione vive, infatti, in condizioni di povertà.

Nelle zone rurali gli ospedali sono spesso inesistenti e le poche strutture presenti sono in pessime condizioni. Il personale medico non ha una preparazione adeguata e la maggior parte della popolazione muore a causa di malattie curabili, ma non diagnosticate in tempo.

I bambini che frequentano la scuola sono una minoranza. La maggior parte delle scuole è molto distante dai villaggi e le tasse e il materiale necessario sono troppo costosi per i genitori. I maschi lavorano fin da piccoli per contribuire al sostentamento della famiglia, mentre le femmine vengono spesso costrette a sposarsi in tenera età.

 

Lo Zambia in numeri

È difficile, anzi, impossibile sperare in un futuro quando la povertà, la fame, le disparità di genere e la mortalità infantile sono la realtà di tutti i giorni. Questo è lo Zambia oggi.

Adozione a distanza
Povertà

64,4%

percentuale di popolazione che vive con meno di 1,9 dollari al giorno

Adozione a distanza
Fame

48%

della popolazione è denutrita

Adozione a distanza
Istruzione

1.300.000

persone sono completamente analfabete

Adozione a distanza
Mortalità Infantile

7 su 100

bambini non superano il primo anno di vita

Il tuo contributo

Ecco in cosa si trasformerà la tua adozione a distanza:

  • Ristrutturare edifici scolastici e ne costruirne di nuovi;
  • Sostenere la costituzione di associazioni genitori-insegnanti;
  • Garantire formazione adeguata e migliori condizioni lavorative agli insegnanti;
  • Migliorare le rese dei raccolti creando cooperative e banche delle sementi;
  • Impegnarsi per fare in modo che il diritto alla terra sia riconosciuto ai contadini;
  • Migliorare l'accesso alle cure mediche;
  • Sostenere le donne contro maltrattamenti e discriminazioni, incoraggiandole a denunciare;
  • Assicurare alle donne cure pre e post-parto e organizzare corsi di formazione per operatori sanitari e ostetriche.