ActionAid Italia
in Sudafrica

ActionAid Italia in Sudafrica

svg

2006

Inizio attività

svg

4

Progetti adozione a distanza attivi

svg

1.685

Bambini sostenuti

svg

2.066

Persone raggiunte

Adotta un bambino a distanza

Adotta ora

Un Paese in cerca di riscatto

Il Sudafrica è un paese pieno di disuguaglianze e, nonostante sia molto industrializzato, migliaia di persone vivono in povertà.

Inoltre, è il secondo paese al mondo per le morti causate dall’HIV e, ad oggi, circa 6 milioni di persone sono sieropositive. Non esistono strutture sanitarie gratuite e affidabili, mancano i farmaci antiretrovirali e un personale medico adeguato.

Donne e ragazze sono le più esposte al contagio a causa dei frequenti abusi e delle violenze: si stima, infatti, che circa 500mila donne li subiscano ogni anno.

La povertà è una grande barriera all’istruzione. Tanti genitori preferiscono non mandare i figli a scuola e farli lavorare per contribuire al sostentamento della famiglia. Le poche strutture scolastiche esistenti sono vecchie e non sono dotate di servizi igienici funzionanti.

La mancanza di cibo è un problema che colpisce ancora milioni di persone perché le zone fertili adatte alla coltivazione sono troppo poche per sfamare l’intera nazione.

Il Sudafrica in numeri

È difficile, anzi, impossibile sperare in un futuro quando la povertà, la fame, le disparità di genere e la mortalità infantile sono la realtà di tutti i giorni. Questo è il Sudafrica oggi.

Povertà

16,6%

percentuale di popolazione che vive con meno di 1,9 dollari al giorno

Fame

12%

dei bambini di età inferiore ai 5 anni è malnutrito

Istruzione

2.100.000

sono le persone completamente analfabete

Mortalità Infantile

3 su 100

bambini non superano il primo anno di vita

Il tuo contributo

Sappiamo di cosa ha bisogno la popolazione povera del Sudafrica per sperare in una vita dignitosa:

  • Gruppi di discussione, di alfabetizzazione, di risparmio e microcredito favoriscono la partecipazione delle donne alla vita della società.
  • Le donne devono essere difese contro abusi, maltrattamenti e discriminazione: occorrono centri dove possono rivolgersi, confidarsi e trovare aiuto.
  • Per combattere la piaga dell'HIV/AIDS, servono farmaci antiretrovirali e campagne d'informazione e prevenzione. Inoltre, bisogna garantire a tutti l'accesso alle cure mediche.

Se collaboriamo tutti, possiamo farcela. Possiamo contare anche su di te per realizzare tutto questo?