Adotta ora

Malawi: l'adozione a distanza per uno dei Paesi più poveri del mondo

Africa orientale. Una dalle zone più povere del mondo. Dove cibo, acqua, istruzione e salute non sono diritti ma solo miraggi. È qui che si trova il Malawi. Ed è qui che vogliamo portare il nostro aiuto ai bambini poveri e alle loro comunità. Per riuscirci, abbiamo bisogno del contributo dell'adozione a distanza.

Un paese in cerca di riscatto

  • Il 70,9 per cento è la percentuale di popolazione del Malawi costretta a vivere con massimo 1,90 dollari al giorno. Complessivamente, in questo Paese ci sono poco più di 17 milioni di persone. Significa che la povertà estrema riguarda circa 12 milioni e 200mila persone. Una percentuale tra le più alte del mondo (dati: World bank).
  • I bambini fino ai cinque anni di età con problemi di ritardo della crescita sono il 42 per cento del totale. Il 23 per cento di tutti i casi di mortalità infantile è riconducibile alla denutrizione (dati: Wfp).
  • Più dell'ottanta per cento degli abitanti del Malawi è costituito da agricoltori e questi hanno accesso solo a 0,23 ettari di terra coltivabile a persona (dati: Wfp).
  • La situazione è aggravata dal tasso d'infezione da HIV: 11 per cento, la nona più alta percentuale del mondo (dati: Wfp).
  • L'incidenza delle malattie è aggravata da una situazione sanitaria pessima e dalla mancanza di fonti d'acqua sicure.
  • Il Malawi occupa la posizione 174 su 187 nella lista degli Stati per indice di sviluppo umano, un indicatore usato per valutare la qualità della vita nei Paesi Onu (dati: Wfp).
  • La percentuale di persone analfabete (età superiore ai 15 anni) è molto alta: tre milioni e 200mila persone. Invece i giovani (15-24 anni) che non sanno né leggere né scrivere sono quasi 900mila (dati: Unesco). Molti bambini devono rinunciare a frequentare le lezioni per aiutare i genitori nei campi o per accudire il bestiame.
  • Le scuole sono poche, difficilmente raggiungibili, non attrezzate. Il personale non è adeguatamente formato.

Le storie


Maureen


Zione


Kevin

Come adottare

Ti chiediamo di adottare un bambino a distanza. Il tuo contributo, in realtà, cambierà la vita a molte altre persone. Perché grazie all'adozione a distanza, e quindi grazie a te, metteremo in atto progetti che si rivolgeranno non solo al bambino ma all'intera comunità in cui vive.

Sottoscrivere un'adozione a distanza è semplice. Devi solo scegliere la modalità che preferisci, come domiciliazione bancaria/postale o su carta di credito, bollettino postale o bonifico bancario. Puoi dare il tuo contributo mensilmente, ogni tre mesi o una volta all'anno. Inoltre, l'adozione a distanza è sia deducibile sia detraibile.

Questi sono gli aspetti pratici. L'adozione a distanza è qualcosa in più. È un impegno affettivo, emozionale. Avere la possibilità d'incontrare il bambino direttamente nella sua comunità è un'esperienza che ti cambierà la vita. E sarà altrettanto speciale ricevere le sue foto aggiornate, le sue lettere e i report dettagliati con le attività svolte grazie a te.

Maggiori informazioni: FAQ .

Photo credits: Samantha Reinders/ActionAid

Il tuo contributo

L'adozione a distanza permetterà di realizzare iniziative che miglioreranno la vita dei bambini e della popolazione povera del Malawi. Ecco cosa possiamo fare:

  • Garantire formazione adeguata e migliori condizioni lavorative agli insegnanti;
  • Aumentare la presenza degli insegnanti nelle aree rurali;
  • Costituire associazioni genitori-insegnanti per assicurare la corretta gestione delle scuole;
  • Lavorare per migliorare la resa dei raccolti;
  • Costruire pompe e pozzi d'acqua nei villaggi più poveri e lontani;
  • Organizzare campagne d'informazione e prevenzione dell'HIV/AIDS.