Adotta ora

Etiopia: l'adozione a distanza per combattere povertà e analfabetismo

L'Etiopia è una terra martoriata da carestie che durano anche cinque o sei mesi. Una terra dove la povertà e la mancanza d'istruzione strappano ai bambini qualsiasi possibilità di sperare in futuro migliore. L'Etiopia è una terra che ha bisogno, e subito, dell'aiuto dell'adozione a distanza.

Un paese in cerca di riscatto

  • Una popolazione di quasi cento milioni di persone, 99 milioni e 400mila per la precisione. Questo fa dell'Etiopia uno dei Paesi più popolosi dell'Africa. È anche tra i più poveri: il 33,5 per cento della popolazione, quindi 33 milioni e 300mila persone, vive con massimo 1,90 dollari al giorno (dati: World bank).
  • Tecniche e strumenti agricoli impiegati sono arretrati. I prezzi dei prodotti alimentari sono eccessivamente alti per la maggior parte della popolazione.
  • Secondo quanto riportato nel testo Humanitarian requirements document (2016), ci sono più di dieci milioni di persone in Etiopia che hanno urgentemente bisogno di cibo. La causa principale è la siccità, una delle peggiori degli ultimi decenni (dati: Wfp).
  • Ogni mille bambini nati vivi, ce ne sono quasi 28 che non riescono a superare il ventottesimo giorno dal parto. Questi decessi sono tutti imputabili a cause facilmente prevenibili (dati: Who).
  • Su una popolazione di quasi cento milioni di persone, ci sono due milioni e centomila bambini che non vanno a scuola. Mentre i giovani analfabeti (di età compresa tra i 15 e i 24 anni) sono sei milioni e 500mila (dati: Unesco).
  • Le scuole sono troppo poche o in condizioni disastrose. Data la povertà della popolazione, molti bambini sono costretti a lavorare nei campi per aiutare la famiglia.
  • L'Etiopia ospita più di 650mila rifugiati senza avere i mezzi per sostenerli. La popolazione negli ultimi due anni è aumentata notevolmente a causa degli arrivi dal Sud Sudan, dilaniato da conflitti (dati: Wfp).

Le storie


Amhed


Almaz e Leyla

Come adottare

L'adozione a distanza è un piccolo, grande gesto che cambierà due vite: la prima è quella del bambino, che potrà sperare in un futuro migliore; la seconda è la tua.

Riceverai report dettagliati con le attività svolte grazie al tuo contributo e foto aggiornate del bambino. Riceverai le sue lettere e, se lo vorrai, potrai scrivergli a tua volta. Avvisandoci con qualche settimana di anticipo, potrai fargli visita nella comunità in cui vive.

Con L'adozione a distanza costruirai un legame speciale con il bambino. Un legame più forte della lontananza e delle diversità culturali. E non è questa la vera essenza dell'adozione a distanza?

Per dare il tuo contributo puoi scegliere diverse modalità: domiciliazione bancaria/postale o su carta di credito, bonifico bancario o bollettino postale. Potrai decidere se dare il tuo contributo mensilmente, ogni tre mesi oppure una volta all'anno. Potrai interrompere l'adozione a distanza in qualsiasi momento.

Maggiori informazioni: FAQ .

Il tuo contributo

Adottare a distanza un bambino dell'Etiopia costa meno di un euro al giorno. Per la precisione 82 centesimi, che ci permetteranno di:

  • Organizzare incontri di formazione su come gestire le conseguenze dei cambiamenti climatici sui raccolti;
  • Creare cooperative e banche delle sementi che permetteranno ai contadini di migliore la resa dei loro raccolti;
  • Costruire pozzi e pompe d'acqua vicino ai villaggi più isolati, così da permettere alla popolazione di coltivare i loro campi;
  • Organizzare corsi di formazione professionali che permettano ai giovani e alle donne di trovare lavoro ed essere indipendenti;
  • Promuovere gruppi di discussione, di alfabetizzazione, di risparmio e microcredito;
  • Ristrutturare e costruire edifici scolastici;
  • Collaborare con le istituzioni per garantire agli insegnanti un'adeguata formazione e migliori condizioni lavorative.