storie di Natale

I protagonisti di queste cinque storie di Natale sono bambini poveri nel mondo, donne e giovani ragazze che vedono i loro diritti sistematicamente negati. Storie a lieto fine che ti vogliono far riflettere. E che daranno un significato tutto speciale a questo Natale.

1. Khushi (India)

kushi

In India, molte donne sono delle sopravvissute. Perché, per troppe di loro, violenza domestica e strupro sono la realità di tutti i giorni. Khushi poteva essere una di queste. Invece, potrà trascorrere un Natale degno di questo nome nel centro Gauravi allestito a Bhopal, dove giovani donne e ragazze possono chiedere protezione e aiuto.

2. Petronille Nyirancabimana (Rwanda)

petronille

Petronille è una delle tante donne che, in Rwanda, si dedicano all’agricoltura. Prima, riusciva a vendere i suoi fiori soltanto in determinati periodi dell’anno, e Natale era uno di questi. Adesso, dopo aver seguito un corso di formazione, lei e il gruppo di donne con le quali lavora riescono a venderli durante tutto l’anno. Ma il Natale, per loro, resta comunque un periodo al quale sono molto affezionate.

3. Cynthia (Ghana)

cynthia

Per lei, il Natale non era propriamente un bel momento da ricordare. Perché, quando aveva quindici anni, fu rapita, chiusa in una stanza e costretta a prepararsi per il matrimonio. Fu salvata da Mary Lily, una volontaria di ActionAid. Cynthia è tornata a scuola e sta studiando per diventare un’insegnante. E si sta anche lasciando alle spalle quel brutto ricordo.

In questa foto, Cynthia è in compagnia di Alesha Dixon, artista britannica sempre molto impegnata nel sociale.

4. Brenda (Zimbabwe)

 

brenda-2

Brenda ha vissuto due vite. Nella prima, mangiava (forse) una volta al giorno, perché i suoi genitori erano poveri e non riuscivano a guadagnare abbastanza per garantirle un’alimentazione adeguata. Nella seconda, dopo che la sua comunità ha ricevuto l’aiuto di ActionAid, lei e la sua famiglia riescono a mangiare ogni giorno e a Natale, dopo la distribuzione di generi alimentari, potranno anche godersi un buon pasto.

5. I bambini di Bardia (Nepal)

bardia

L’ultima è la storia che vuole completare tutte le altre con un messaggio di speranza. Qui ci sono i bambini che vivono in una zona povera di Bardia, in Nepal. Per loro, come per gli altri bambini protagonisti di queste storie, la vita non è facile. Ma nonostante tutto sono ben felici di augurare buon Natale a tutto il mondo e a tutti i loro sostenitori.

 

Come fare per regalare un bel Natale non solo a questi ma a tutti i bambini poveri del mondo? Ti basterà dare il tuo contributo alla nostra campagna A Natale fai un gesto d’amore. Regala un futuro a un bambino del Sud del Mondo.