storie di adozione a distanza: Than

Per questa storia, passiamo, letteralmente, dall’altro lato della cattedra. Perché a regalarci la sua esperienza, stavolta, non sarà un bambino o una bambina ma sarà un’insegnante, Than. Che è ben consapevole di quale sia una delle principali difficoltà che un bambino del Myanmar si ritrova a dover affrontare:

I miei figli sono stati fortunati perché hanno potuto studiare”.

Nessuno meglio di Than può dire una cosa del genere e sa quanti sono i problemi che impediscono ai bambini di studiare: lui, infatti, insegna alla scuola elementare Shar Pin in Myanmar. E ogni giorno, pur con tutta la passione e lo spirito di dedizione che lo contraddistinguono, si rende conto di una cosa: i bambini da seguire sono tanti e le difficoltà non mancano.

Infatti, una delle principali cause dell’analfabetismo nel mondo è rappresentata dal fatto che le scuole sono o troppo lontane o, in alcuni casi, del tutto inesistenti. Questo, a lungo andare, porta i genitori, anche coloro che comprendono l’importanza dell’istruzione, a chiedere ai bambini di restare a casa a dare una mano invece di studiare. Un’eventualità che riguarda soprattutto le bambine, che rischiano di diventare giovani spose.

Le parole di Than ne sono un’ennesima conferma, ed è per questo che la scuola dove insegna, una delle uniche della zona, è così sovraffollata:

“Ma sono in tanti, specialmente nelle aree rurali, ad abbandonare la scuola”.

Nelle aree rurali, ovvero dove:

  • Vive la grande percentuale della popolazione povera del Myanmar;
  • Si registra, in assoluto, la maggiore carenza di infrastrutture e personale qualificato.

Qualcuno, però, ha deciso di dare una mano a Than e alla scuola elementare Shar Pin:

ActionAid ci sta aiutando a capire come supportare le famiglie più povere e incentivarle a mandare i figli a scuola. I primi risultati sono incoraggianti”.

E sai come ci siamo riusciti? Grazie a chi, proprio te, sta pensando di dare il proprio contributo con l’adozione a distanza.