storie di adozione a distanza: Sujeeta

Questa è una storia un po’ particolare. Perché, stavolta, la protagonista non è una delle donne o uno dei bambini che aiutiamo, ogni giorno, ad avere una vita migliore. No, questa volta il protagonista sei tu. Tu e tutte le altre persone che hanno voluto vivere un’esperienza unica e che, probabilmente, cambierà il loro modo di vedere la vita.

Sujeeta, in questo caso, farà sia da anfitrione sia da Cicerone. Lei, infatti, è una delle attiviste di ActionAid Nepal. È sempre in primo piano quando c’è bisogno di aiutare le tante persone che vivono in uno dei Paesi più poveri del mondo. Persone che, in molti casi, mancano di tutto.

Il Nepal è un Paese che, anche se sono trascorsi ormai più di tre anni, si sta ancora riprendendo dallo spaventoso terremoto del 25 aprile 2015: oltre 8mila morti e più di 22mila feriti sono conseguenze che non è semplice lasciarsi alle spalle. Senza considerare le centinaia di abitazioni andate distrutte, gli orfani, le malattie.

“Benvenuti in Nepal. Tornerete a casa con tante storie di esperienze indimenticabili”.

È con queste parole che Sujeeta ha accolto degli ospiti molto graditi: 16 sostenitori di ActionAid che hanno deciso di visitare il Nepal. E hanno deciso di farlo per scoprire i progetti messi in atto, per conoscere le comunità che grazie al loro aiuto ricevono il sostegno di cui hanno bisogno.

Non resta che augurare buon viaggio ai nostri sostenitori. E, magari, invitare anche te a vivere un’esperienza che ti cambierà la vita e cambierà anche il tuo modo di vedere il mondo. Riprendendo le parole di Sujeeta: un’esperienza indimenticabile.

Sai cos’hanno in comune tutte le persone che Sujeeta accompagnerà lungo le mille storie e suggestioni del Nepal? Semplice: hanno scelto l’adozione a distanza per dare il loro contributo. Proprio come te.