storie di adozione a distanza: nonna Nene

Il sorriso di questa donna ha una capacità non comune: rassicurare. Dietro quel sorriso, c’è una persona forte che si è rimboccata le maniche quando la sua città e il suo Paese hanno dovuto affrontare una delle più spaventose siccità degli ultimi decenni. Questa è la storia di nonna Nene.

El Niño è un fenomeno climatico che provoca un eccessivo riscaldamento dell’oceano Pacifico centromeridionale e orientale. Questo comporta:

  • alluvioni e inondazioni nelle zone direttamente interessate;
  • siccità nelle zone più lontane.

È questa la causa della siccità che sta mettendo il Senegal in ginocchio. Per la mancanza d’acqua, i capi di bestiame muoiono e i raccolti non sono soddisfacenti. Tutto questo si traduce in una semplice parola: fame.

Tutti gli abitanti di Tambacounda cercano di farsi forza e di sopportare i morsi della fame. Ma c’è una cosa che nonna Nene non tollera: che i bambini del suo villaggio possano restare senza cibo. Per questo ha deciso di fare qualcosa.

È tornata sui banchi di scuola, letteralmente. Ha seguito dei corsi sull’agricoltura. Ha imparato tutto quello che potesse essere utile. Poi ha rilanciato l’agricoltura nel suo villaggio, insegnando ai contadini le nuove, moderne ed efficienti tecniche apprese durante il corso.

Grazie al suo impegno, i raccolti sono migliorati tantissimo. I bambini del suo villaggio hanno abbastanza da mangiare. Il suo impegno è diventato un grande esempio anche negli altri villaggi del Senegal.