storie di adozione a distanza: Nguyen Thi Anh

Studiare e costruirsi un futuro dovrebbe essere un diritto riconosciuto a ogni bambino nel mondo. Eppure, specialmente nei Paesi più poveri, basta davvero poco per negarlo. Ed è proprio quello che stava per accadere alla piccola Nguyen Thi Anh.

Le cause dell’analfabetismo nel mondo sono diverse. Spesso, le scuole sono troppo lontane, o troppo care, o del tutto assenti. In altre circostanze, mancano gli insegnanti qualificati e il materiale scolastico. Oppure, i genitori non comprendono quanto sia importante l’istruzione per il futuro dei loro bambini e preferiscono che cominciano a lavorare fin da piccoli, così da aiutare economicamente la famiglia.

Nguyen Thi Anh vive in una regione montuosa nella parte settentrionale del Vietnam. In inverno, qui fa davvero molto freddo. La maggior parte delle famiglie non può permettersi di comprare un cappotto per i propri figli. Quindi, per non rischiare di ammalarsi durante il tragitto fino alla classe o mentre si sta trascorrendo la giornata in una fredda aula, molti studenti non vanno a scuola nei mesi invernali.

Questa cosa avrebbe avuto delle gravi ripercussioni sulla vita di Nguyen Thi Anh. Ma è stato possibile risolvere il problema in un modo semplicissimo: è bastato un cappotto. Sì, un banale cappotto, con il quale proteggersi dal freddo.

“Questo cappotto mi è stato dato da ActionAid” racconta Nguyen Thi Anh, “e ora andare a scuola in inverno non mi spaventerà affatto perché posso indossare il mio cappotto ogni giorno”.

E se è stato possibile dare un cappotto a Nguyen Thi Anh, il merito va tutto a persone che, come te, stanno pensando di dare il proprio contributo grazie all’adozione a distanza.

 

Fonte immagine: Harry Freeland/ActionAid.org.uk