storie di adozione a distanza: Manthatisi Takana

Manthatisi Takana ha sempre vissuto in Lesotho. Dall’alto della sua età, ne ha viste e ne ha passate tante. Del resto, vive in uno dei Paesi più poveri del mondo, quindi per lei riuscire, come si suol dire, a mettere insieme il pranzo con la cena non è mai stato uno scherzo. Ma c’è quel particolare periodo che non dimenticherà tanto facilmente, visto che è stato uno dei più brutti di sempre.

Quel particolare periodo è stato la siccità cominciata nel 2014. Una delle peggiori sempre.

  • Nel 2014, la siccità lasciò più di metà della popolazione rurale senza cibo sufficiente nemmeno per garantire il mero sostentamento.
  • Centinaia di comunità si sono ritrovate a vivere in condizione di povertà estrema a causa di una serie di fattori: raccolti insufficienti, aumento dei prezzi dei prodotti alimentari, poche opportunità di trovare lavoro, mancanza di acqua potabile.
  • Quello dell’accesso all’acqua, poi, è quasi un capitolo a sé: donne e ragazze si sono ritrovate a dover camminare per ore e ore prima di poter raggiungere la più vicina fonte d’acqua potabile. Con tutti i pericoli ai quali si può andare incontro durante il tragitto.
  • Nel dicembre del 2016, il governo del Lesotho ha dichiarato lo stato di emergenza.

A causa della mancanza d’acqua, Manthatisi Takana, che fa la contadina, non poteva coltivare i suoi campi in maniera proficua. Il che significava che sia lei sia la sua famiglia sarebbero ben presto state ridotte alla fame.

Una situazione senza via d’uscita? Per fortuna, no. ActionAid in Lesotho ha attivato dei training durante i quali alle contadine locali venivano insegnate nuove tecniche di irrigazione e di creazione del compost. Queste contadine hanno anche imparato a diversificare le colture, così da avere una resa migliore.

Il risultato? Lo puoi vedere nella foto: Manthatisi Takana si fa ritrarre orgogliosa nel suo rigoglioso campo coltivato.

 

Immagine: Eva-Lotta Jansson/ActionAid.org.uk
Storia: ActionAid.org.uk