storie di adozione a distanza: Clodine

La vita di Clodine, una donna del Ruanda, è stata segnata da due gravi problemi. Così tanto gravi da sembrare insormontabili. Ma, nonostante tutto, lei non si è arresa. E la sua vita è diventata una storia di speranza.

Nel mondo ci sono 22 milioni di ragazze che hanno contratto matrimonio in giovane età. Molte di loro sono anche già divorziate o addirittura vedove. Ma il dato più preoccupante sui matrimoni precoci è rappresentato da quei cento milioni di ragazze che rischiano di sposarsi in età troppo giovane.

All’età di 15 anni, Clodine fu costretta a sposare il vedovo di sua sorella. Lui aveva 57 anni.

“Quando penso al trauma che ho subito sposandomi così giovane” racconta Clodine, “per me è come una forma di tortura. Sono stati i miei genitori a prendere questa decisione con mio marito. Io non sono stata minimamente coinvolta”.

Dall’inizio dell’epidemia, che ha fatto la sua comparsa nel 1981, l’AIDS ha causato la morte di circa 35 milioni di persone. Un fenomeno che non si è arrestato: basti pensare che solo nel 2016, in tutto il mondo, i decessi causati dell’AIDS sono stati un milione, e che lo 0,8% degli adulti di età compresa tra i 15 e i 49 anni viveva con l’HIV.

Molti anni dopo, il marito di Clodine morì per complicazioni legate all’AIDS. Lei stessa contrasse l’HIV dal marito. Clodine si ritrovò, così, a dover crescere da sola quattro figli. Sola, con scarse risorse economiche e stigmatizzata per la malattia.

La vita di Clodine sembra segnata. Fino al giorno in cui entrò in contatto con una cooperativa supportata da ActionAid.

“La cooperativa ha aiutato molto me e i miei figli. Ora sono consapevole sia dei miei diritti sia dei diritti dei miei figli. Non avrei sposato mio marito se sapessi quello che so ora”.

Clodine vuole che i suoi figli non debbano soffrire come lei e non ha dimenticato a cosa ha dovuto rinunciare come giovane sposa.

“Voglio che mia figlia si sposi solo dopo aver compiuto 20 anni e non prima. Se lei cerca di sposarsi prima di questa età, lo considererò un disastro, un mio fallimento personale. Andrei dal Governo locale per riaverla se necessario”.

 

Storia e immagine: ActionAid.org.uk
Dati: Who