storie di adozione a distanza: Qurban

Un padre nullatenente e senza un reddito fisso. Una sorella maggiore che, insieme alla madre, cuce tappeti per mantenere la famiglia ma le condizioni di lavoro disumane mettono in pericolo la loro salute. Una situazione economica grave che lo aveva costretto a lasciare la scuola per tessere anche lui tappeti. Questa era la vita di Qurban Nazar in Afghanistan.

Una vita che rischiava di essere destinata alla miseria. Poi qualcosa è cambiato. Qurban Nazar ha avuto una possibilità. Ha seguito regolarmente un corso che gli ha permesso di imparare a riparare auto e macchine. Qurban Nazar ha imparato molto velocemente, e si è applicato con dedizione e costanza. Oggi ha aperto una sua officina, dove ripara le moto. E può aiutare la sua famiglia.

L’anno scorso, mi sono iscritto a un corso organizzato da ActionAid, per riparare macchine e auto. Adesso ho la mia officina dove riparo le moto. Guadagno bene e la mia famiglia è molto contenta, perché tutti ora riusciamo a vivere serenamente.

La storia di Qurban Nazar ha avuto un lieto fine grazie alla possibilità di seguire un corso che gli ha permesso di imparare un mestiere, di mettersi in proprio, di aiutare sé stesso e la sua famiglia. E non è il solo: sono molti altri i ragazzi come lui che hanno avuto questa possibilità e oggi lavorano, costruendosi poco alla volta un futuro migliore di quello al quale sembravano essere destinati.

Questa è una storia di adozione a distanza. Il corso di formazione che ha permesso a Qurban Nazar di aprire la sua officina è stato realizzato proprio grazie al contributo che ActionAid ha avuto tramite all’adozione a distanza. Di storie come quella di Qurban Nazar ce ne potranno essere molte altre. E tu puoi dare una mano.