propositi per il nuovo anno

Per il nuovo anno, ormai, non manca molto. C’è chi butta giù la lista dei regali. E c’è chi invece, come te, la lista la riempie di buoni propositi. Piccole cose da fare che possono rendere la vita un po’ più giusta. Specialmente per chi vive in uno dei Pasi più poveri del mondo.

 

1. Ridurre gli sprechi (soprattutto di cibo)

Pensa alla tua giornata tipo. E cerca di pensare a quanto sprechi nell’arco di ventiquattro ore. Soprattutto quando cucini o ti siedi a tavola per mangiare. Banalmente, ti sei dimenticato verdure, latte e uova in frigo. O non hai finito quello che avevi nel piatto e ti stai accingendo a buttare tutto.

Prese singolarmente, queste cose ti sembreranno insignificanti. Messe insieme, diventano un numero enorme: 1,3 miliardi di tonnellate, ovvero la quantità di cibo che ogni anno non viene consumato in tutto il mondo. Un mondo dove una persona su otto soffre di fame cronica.

 

2. Impegnarsi in prima persona

Prima di pensare a cosa gli altri possono fare per te, pensa a cosa tu puoi fare per gli altri: questo adagio dovresti tenerlo sempre presente. Per il nuovo anno, considera di fare un po’ di volontariato, di metterti in gioco in prima persona per aiutare chi è meno fortunato di te.

Porterai un po’ di sollievo nella vita di chi non avuto mai niente. E arricchirai la tua, di vita.

 

3. Aumentare la consapevolezza

Sai cosa succede nel mondo? Guerre che scoppiano all’improvviso, nuove scoperte scientifiche, disperati che si mettono in viaggio a piedi nudi, la solidarietà internazionale che si mobilita per far fronte alle più gravi emergenze. Leggi, guarda, informati, cerca, approfondisci, studia.

Una maggiore consapevolezza di quello che ti accade intorno ti farà crescere come persona.

 

4. Offrire un po’ di gentilezza

Basta poco ogni giorno. Davvero, sono dei gesti piccolissimi. Eppure sono di una importanza incalcolabile. Cedere il posto in treno a una donna anziana o incinta. Raccogliere qualcosa caduto a un passate e restituirglielo. Tenere la porta aperta a chi è costretto su una sedia a rotelle.

La gentilezza è contagiosa. Comincia tu.

 

5. Organizzare un viaggio molto speciale

Come quello di Letizia. Ce lo racconta lei stessa: “Non era una bimba come ricordavo, ma una ragazza quindicenne, timida, bellissima, alta, con un sorriso riservato e brillante e forse agitata quanto me. In quel momento non ho capito più nulla. Era tutto vero. […] Theany mi chiede se voglio conoscere la sua famiglia. Erano tutti lì per noi. Si presentano e mi ringraziano. Io pensavo: ringraziarmi per cosa? Per me è il costo di una pizza fuori con gli amici, ma per loro è il cambiamento”.

 

Quanto ti potranno impegnare questi 5 propositi per il nuovo anno? Poco, indubbiamente poco. E, senza nemmeno accorgertene, starai facendo qualcosa per cambiare il mondo.

 

Fonte immagine: Actionaid.org.uk