12 Settembre 2018

perché andare a scuola

A settembre, si riaprono le scuole. E, solitamente, in questo mese c’è una domanda che in molti, specialmente bambine e bambini, si pongono: perché andare a scuola è così importante? I motivi possono essere tanti. I principali sono questi cinque.

Quanto è importante la scuola

  1. Studiare non è solo una questione di nozioni. Tutto ciò che si impara sui banchi di scuola permette ai bambini di poter scegliere, un domani, il futuro che vorranno vivere. È il modo migliore per realizzare i propri sogni. E già questo dovrebbe far capire quanto è importante andare a scuola.
  2. Chi studia sa quali sono i propri diritti. E come fare per poterli rivendicare. Un particolare che non bisogna mai dare per scontato. Specialmente se parliamo dei bambini che vivono in alcuni dei Paesi più poveri del mondo.
  3. A scuola s’impara una cosa fondamentale, almeno quanto lo studio in sé: a relazionarsi con gli altri. Il bambino comincia a capire di vivere una società nella quale bisognerebbe avere rispetto gli uni degli altri.
  4. Studiare significa anche mettersi alla prova. Il bambino si impegna per raggiungere un obiettivo e viene gratificato in base a quanto si è applicato. Comprende che nessun obiettivo si raggiunge senza tale impegno.
  5. Infine, è a scuola che il bambino getta le basi per definire l’adulto che diventerà un giorno.

Bambini che non possono andare a scuola

Visto quanto è importante andare a scuola? Questi cinque motivi lo dimostrano in maniera semplice ed efficace. Eppure, al giorno d’oggi ci sono bambini che non possono andare a scuola. In particolare le bambine, come Chuchu, Samira e Anjali. Vivono in diversi Paesi ma la loro condizione, e soprattutto i motivi per i quali non vanno a scuola, sono incredibilmente simili.

Il diritto all’istruzione per tutti

Ecco perché andare a scuola è così importante. Per noi, è inconcepibile che Chuchu, Samira e Anjali non vedano tale loro diritto pienamente riconosciuto. E per questo ci siamo fatti promotori di una campagna che vuole garantire il diritto allo studio a tutte le bambine.

 

Fonte immagine: NayanTara Gurung Kakshapati/ActionAid.org.uk