storie di adozione a distanza: Nong

Lavorare per procurarsi tutto il necessario per vivere. Questa può sembrare una situazione normale. Eppure, nelle zone più povere del mondo, può capitare che le piogge portino via tutto. È così come comincia la storia di Nong Lihua, una contadina di 39 anni.

La stagione delle piogge è uno dei momenti più difficili nella vita delle tante persone povere della Cina. Le alluvioni si abbattono sui campi in maniera improvvisa e devastante. Ogni anno molti contadini poveri della Cina perdono almeno la metà del proprio raccolto. E questo significa non poter guadagnare abbastanza soldi per sopravvivere.

Anche Nong avrebbe visto il suo raccolto distrutto dalle piogge torrenziali. Ma, grazie al sostegno di ActionAid, non è stato così: sono stati costruiti dei nuovi canali di drenaggio che hanno portato via l’acqua durante le alluvioni. Così Nong ha potuto salvare il suo raccolto.

“Abbiamo deciso di avviare un progetto per la costruzione di canali di drenaggio per i terreni. Siamo 248 famiglie, tutte contadine e ognuna ha fatto la sua parte. ActionAid ha procurato gli ingegneri e le materie prime e tutti abbiamo dato una mano. La cosa più bella di questo progetto è che abbiamo capito che se lavoriamo insieme possiamo ottenere dei grandi risultati. Adesso, grazie all’aumento del mio raccolto, potrò mandare senza problemi le mie due figlie a scuola. Voglio che abbiano le opportunità che io non ho avuto da bambina”. Questa parole sono della stessa Nong.

 

Immagine: Savann Oeurm/ActionAid