Giornata internazionale dei diritti dei bambini

Il 20 novembre di ogni anno ricorre la Giornata internazionale dei diritti dei bambini. Si tratta di un momento importante, che va opportunamente celebrato. Ed è anche un giorno durante il quale bisogna, ancora oggi, ricordare un fatto fondamentale: dobbiamo impegnarci per difendere i diritti dei bambini.

L’origine

Per la primissima volta, la Giornata internazionale dei diritti dei bambini fu celebrata nel 1990. Da allora, la Giornata ha lo scopo di promuovere:

  • La solidarietà a livello internazionale, specialmente tra gli adulti;
  • La consapevolezza, tra i bambini di tutto il mondo, di quali siano i loro diritti;
  • Il miglioramento del benessere dei bambini.

Perché il 20 novembre

Ti sei mai chiesto perché la Giornata internazionale dei diritti dei bambini si festeggia proprio il 20 novembre? Ebbene, di motivo non ce n’è solo uno ma ben due. Perché:

Da allora, la Giornata internazionale dei diritti dei bambini ricorda questi due momenti semplicemente epocali nella storia del riconoscimento dei diritti dei bambini (i quali, anche se in forma più “embrionale”, erano comunque già presenti nei 30 articoli della Dichiarazione universale dei diritti umani).

A chi si rivolge

Detto in una parola: a tutti. Bambini, genitori, insegnanti, capi di governo e attivisti della società civile, e anche tu, giocano un ruolo semplicemente fondamentale per rendere i diritti dei bambini ancora più rilevanti all’interno di Paesi, regioni, città, comunità, famiglie.

In quest’occasione, in più Paesi del mondo vengono organizzate, ogni anno, delle attività specifiche: per maggiori informazioni, il sito da consultare è Unicef.org/world-childrens-day.

Il tuo e il nostro aiuto

In questa giornata, in conclusione, il concetto da ribadire è che, tutti insieme, dobbiamo difendere i diritti dei bambini, il loro bisogno di crescere, di studiare, di giocare, di potersi costruire un futuro migliore. Anche tu puoi fare la tua parte. Come? Scegliendo di dare il tuo contributo tramite l’adozione a distanza.

 

Fonte immagine: ActionAid.org.uk