donne e istruzione

I numeri dicono che, in tutto il mondo, le donne analfabete sono circa 480 milioni. Questo significa che in molti Paesi del mondo, alle donne è negato uno dei loro diritti fondamentali, quello dell’istruzione. Per ragioni che vanno dalla povertà alla discriminazione di genere.

Eppure, nonostante tutte le difficoltà, ci sono donne che non si sono arrese. Che hanno lottato per vedere il proprio diritto all’istruzione pienamente soddisfatto. Donne come loro.

1. Thais

Essere donna, avere appena 21 anni e vivere in una delle favelas più povere di tutto il Brasile: per Thais, ogni giorno era come una scommessa, tra la povertà estrema e gli scontri tra la polizia e le bande criminali. Lei desiderava soltanto avere la possibilità di studiare.

Studiare per costruirsi un futuro migliore, lontano dalla povertà e dalla strada. Thais c’è riuscita. Non ha smesso di lottare. Oggi si sta impegnando con tutta se stessa per diventare un’insegnante e aiutare le altre ragazze della sua favela.

2. Jemila

In Nigeria, molte, troppe famiglie non riconoscono l’importanza dell’istruzione. Spesso sono gli stessi genitori a impedire ai figli di frequentare la scuola. Preferiscono che i più piccoli comincino a lavorare fin da subito. La situazione è peggiore per le ragazze, che in molti casi sono costrette a sposarsi giovanissime.

Anche la vita di Jemila poteva essere segnata da un futuro come questo. Per fortuna, i suoi genitori adottivi hanno capito che l’istruzione è l’unico modo per sperare in una vita dignitosa. Hanno così permesso a Jemila di partecipare al programma Enhancing girls’ basic education in Kebbi.

3. Yei Tha

Yei Tha ha settant’anni e vive nel distretto di Rum Cheik, in Cambogia. Ha vissuto tante esperienze nella sua vita e non ha rimpianti. Tranne uno: quando era ancora giovane, non ha avuto la possibilità di studiare. Perché Rum Cheik è un distretto prevalentemente contadino. Ma è difficile guadagnarsi da vivere.

Yei Tha aveva un solo desiderio: che i suoi nipoti potessero studiare. Insieme ad altre donne, ha seguito un corso di formazione sulle tecniche agricole. Adesso, il suo reddito migliorerà e potrà pagare le tasse scolastiche e i libri ai suoi nipoti.

 

Com’è stato possibile che, in situazioni così difficili, queste tre persone abbiano avuto la possibilità di studiare? La risposta è: grazie a qualcuno come te che ha deciso di dare il proprio contributo con l’adozione a distanza.