differenza AIDS e HIV

La donna nella foto si chiama Marie e ha sessant’anni. Suo fratello e sua moglie hanno perso la vita a causa dell’AIDS. Due morti che sarebbero state evitabili se si fossero messe in atto le adeguate strategie di prevenzione. Come diffondere le giuste informazioni su tale malattia. Per questo è importante conoscere la differenza tra AIDS e HIV.

HIV

HIV sta per human immunodeficiency virus. Si tratta di un virus che attacca il sistema immunitario di un individuo. I sintomi possono variare da persona a persona e sono comuni anche ad altre malattie. Si può essere infettati dal virus HIV ma non per questo essere malati di AIDS. La trasmissione dell’HIV avviene tramite:

  • Scambio di sangue infetto;
  • Rapporti sessuali non protetti;
  • Il cordone ombelicale.

L’HIV nel mondo è un problema che, nel 2016, riguardava 36,7 milioni di persone. Ovvero, in quell’anno c’erano quasi 37 milioni di individui che erano costretti a vivere dovendo subire le conseguenze dell’infezione. Di questi, 25,6 milioni vivevano nel continente africano, di gran lunga la zona del mondo più colpita da questo gravissimo problema.

(Dati: ActionAid.org.uk)

AIDS

L’acronimo AIDS sta per acquired immune deficiency syndrome, sindrome da immunodeficienza acquisita. Semplificando, quando l’infezione da HIV supera una certa soglia, allora si comincia a parlare di AIDS a tutti gli effetti. In questo stato, il sistema immunitario della persona malata è così debole e inefficiente che la morte sopraggiunge per il verificarsi di altre malattie, come polmonite e tubercolosi.

Nel 2016, in tutto il mondo, l’AIDS ha provocato circa un milione di decessi. Anche in questo caso, la zona più colpita resta il continente africano: Nigeria (160mila) e Sudafrica (110mila) sono, nello specifico, i due Paesi dove, sempre nel 2016, si è registrato il maggior numero di decessi causati dall’AIDS.

(Dati: Who)

Una storia vera

Hassana sa bene cosa significhi vivere con l’HIV in uno dei più poveri Paesi dell’Africa. Quando scoprì di essere sieropositiva, suo marito la abbandonò e, da un giorno all’altro, si ritrovò sola e senza niente.

Cosa fare

È possibile vivere una vita ancora lunga e perfettamente normale anche se si è affetti da HIV: basta che le persone abbiano a disposizione i necessari trattamenti che prevedano l’utilizzo di farmaci antiretrovirali. Senza dimenticare che la soluzione principale resta la prevenzione, quindi c’è bisogno di campagne di sensibilizzazione, soprattutto nelle scuole, che insegnino come evitare il contagio.

Possiamo fare tutto questo e già lo stiamo facendo. Per continuare, e per salvare tante altre vite, ci occorre il contributo dell’adozione a distanza.

 

Fonte immagine: Kate Holt/ActionAid.org.uk