bambini soldato

Penne, quaderni, giochi. Sono questi gli oggetti che un bambino dovrebbe maneggiare. Non un fucile, come succede alle centinaia di migliaia di bambini soldato nel mondo. Condannati a una vita fatta di violenza, sfruttamento, abusi.

 

Cosa

Il “fenomeno” dei bambini soldato riguarda in modo particolare i Paesi del Sud del mondo dilaniati da guerre civili o conflitti tra etnie e religioni diverse. I bambini vengono armati e impiegati in operazioni militari di varia natura (soldati, messaggeri, cuochi, assistenti). Secondo una stima, sono 250mila in tutto il mondo.

Spesso i bambini vengono rapiti, sottratti con la forza alle loro comunità di appartenenza. In alcuni casi sono i bambini stessi a offrirsi volontari all’arruolamento perché in cerca di protezione, per riuscire a sopravvivere. I bambini soldato vengono sottoposti a torture fisiche e psicologiche, e drogati, così da sentirsi più forti e ubbidire ciecamente agli ordini, qualunque essi siano.

Il problema riguarda anche le bambine. Queste, oltre a essere impiegate nelle operazioni militari, subiscono qualunque tipo di abuso.

 

Dove

Sono diversi i Paesi del mondo dove i bambini vengono impiegati per le operazioni militari. Come la Liberia, vittima per oltre due decenni di una sanguinosa guerra civile le cui conseguenze sono ancora sotto gli occhi di tutti. O come l’Afghanistan, anch’esso dilaniato da una sanguinosa guerra.

Ma il problema dei bambini soldato riguarda anche molti altri Paesi, specialmente nel Sud del mondo: Sri Lanka, Colombia, Burundi, Sierra Leone.

 

Come

Proprio come la fame nel mondo, anche il problema dei bambini soldato può essere risolto. Adottando un bambino a distanza lo allontanerai dal pericolo di imbracciare un fucile e gli garantirai un futuro.

ActionAid utilizzerà il tuo contributo per avviare progetti e attuare iniziative volti ad assicurare al bambino istruzione, cibo, igiene. E saranno attuati programmi specifici per allontanare i bambini da eserciti e gruppi armati, offrire loro delle alternative e lavorare al reinserimento sociale degli ex bambini soldato.