Babbo Natale Cercasi: X-Factor insieme ad ActionAid

Si dice sempre che Babbo Natale, in una sola notte, riesca a portare i regali a tutti i bambini del mondo. Questa però, è una magia che diventa realtà solo per alcuni. Ci sono bambini per cui la sua slitta non passa mai. Bambini che vedono negati i loro diritti. È questo lo spunto che ha ispirato la campagna “Babbo Natale Cercasi” per l’adozione a distanza. Una storia animata capace di emozionare, da un’idea di Integer con produzione targata Bold. Perché ognuno di noi può fare in modo che Babbo Natale arrivi ovunque, soprattutto dove c’è più bisogno.

Babbo Natale Cercasi: ActionAid e X-Factor

La campagna è andata on air per la prima volta il 26 novembre durante la puntata live di X-Factor, che ha segnato l’inizio della collaborazione tra il seguitissimo programma televisivo e ActionAid, che vedrà protagonisti anche i concorrenti. I partecipanti di X-Factor, infatti, con l’aggiunta di una endorser d’eccezione come Emma Marrone, parleranno del progetto anche sui loro canali social, in particolare nelle stories Instagram.

Per tutto dicembre, il cortometraggio sarà trasmesso su altri canali tv per garantire una copertura più completa e portare il messaggio a tutti i potenziali Babbi – e Mamme – Natale all’ascolto.

Un luogo per Babbo Natale

La storia racconta di due bambini pieni di ingegno che vogliono accogliere nel migliore dei modi Babbo Natale in arrivo nel loro villaggio in Africa. Riescono a creare qualcosa di bellissimo, nonostante i pochi mezzi che hanno a disposizione.

La gioia della mattina di Natale, dalla “nostra” parte del mondo, è qualcosa che in molti abbiamo provato e abbiamo ben impressa nei ricordi. È un’emozione che però, purtroppo, non è universale: non tutti l’hanno conosciuta o la conosceranno.

Per questo bisogna cercare di portarla in più luoghi possibili.

Il finale del film animato è sospeso proprio per questo motivo: finché tutti i bambini non potranno avere accesso anche a queste piccole gioie, l’opera di ActionAid non potrà dirsi conclusa. Nasce così la pagina babbonatalecercasi.it, che vuole arrivare a dare qualche renna “in più” al nostro caro Babbo e far conoscere questa emozione ovunque. A partire dai paesi più svantaggiati.

Ma l’obiettivo della campagna non è quello di aiutare solo a Natale. Il sostegno a distanza è un regalo valido tutto l’anno per i bambini del mondo che non hanno accesso a istruzione, cure mediche, cibo.  I progetti resi possibili dalle donazioni permettono ai bambini e alla loro comunità di avere accesso a una vita diversa: studiare per costruirsi un futuro, avere cibo e acqua potabile per combattere la malnutrizione, e le giuste cure per prevenire le malattie.

ActionAid lavora in Italia e in 44 paesi del mondo, dall’Africa, all’Asia all’America Latina, grazie a un network costruito in più di 40 anni di impegno sul campo e formato da oltre 10mila tra partner, alleanze, ONG, e movimenti sociali, per combattere povertà e costruire un mondo paritario. Per questo progetto ha collaborato con Integer Group, una delle più grandi agenzie di retail marketing e promozioni nel mondo. In Italia, Integer è un brand del Gruppo TBWA\Italia, e collabora con realtà globali come Amazon, Starbucks, e Sky.

Restituire i diritti negati ai bambini è possibile quando si creano connessioni di valore tra i più fortunati. 82 centesimi al giorno significano poco per noi, ma per tantissimi bambini del Sud del Mondo rappresentano la possibilità di avere un futuro. Il Babbo Natale di questi bambini sarà una persona in carne e ossa che avrà fatto loro il dono più grande. Sostienici anche tu, dona ora.