AIDS nel mondo

Il suo nome in inglese è Acquired immune deficiency syndrome (sindrome da immunodeficienza acquisita). Ma è molto più conosciuta il suo acronimo: AIDS. In alcune parti del mondo la sua diffusione è considerata come un’autentica pandemia. Ma è un problema che riguarda tutti i Paesi, nessuno escluso.

Dall’inizio dell’epidemia

Da quando ha fatto la sua comparsa, l’infezione da HIV ha colpito 75 milioni di persone in tutto il mondo, tanto nei Paesi industrializzati quanto nei Paesi del Sud del mondo. A causa dell’infezione, sono morti 36 milioni di persone.

Vivere con l’AIDS

Si calcola che in tutto il mondo, nel 2014, quasi 37 milioni di persone vivevano con l’HIV/AIDS. Secondo una stima, in tutto il mondo circa lo 0,8% degli adulti di età compresa tra i 15 e i 49 anni vive con l’HIV. Tenendo conto che l’incidenza dell’epidemia continua a variare in maniera considerevole tra Paesi e regioni.

Mortalità

Nel 2014, in tutto il mondo, i decessi a causa dell’AIDS ammontavano a 1,2 milioni di persone. Un dato che non riguarda soltanto le persone adulte ma anche i bambini, che specialmente nei Paesi del Sud del mondo contraggono l’infezione direttamente dai genitori.

L’Africa

È in assoluto il Paese più colpito:

  • Su 37 milioni di persone che vivono con l’HIV/AIDS a livello globale, quasi 26 milioni si trovano in Africa;
  • Su 1,2 milioni di decessi per AIDS a livello globale, 800mila sono avvenuti in Africa;
  • In Africa vive con l’HIV/AIDS il 4,8% degli adulti di età compresa tra i 15 e i 49 (a fronte dello 0,8 a livello globale).

Se l’Africa è la più colpita, il problema dell’HIV/AIDS riguarda anche altri Paesi del Sud del mondo, specialmente l’America Latina e il Sudest asiatico.

Cosa si può fare

Cure mediche, istruzione, cibo: garantendo questi diritti ai Paesi del Sud del mondo, in Africa in particolar modo, è possibile fermare il diffondersi dell’AIDS. E tu puoi dare il tuo contributo per questa causa.

 

Fonte dati: World Health Organization (i dati fanno riferimento al 2014)