bambini-aids

AIDS. Basta solo leggere questo acronimo per evocare paura. Paura del contagio. Paura di una conclusione ineluttabile. E la paura diventa ancora più grande quando si pensa che questa malattia della povertà non risparmia nemmeno i bambini.

Numeri

Si parla comunque di stime. Nei Paesi poveri è molto difficile calcolare in maniera precisa il numero di bambini affetti da HIV/AIDS per quasi insormontabili difficoltà nel censimento delle persone, nella raccolta e nella trasmissione dei dati.

Si stima che nel mondo ci siano circa 2 milioni e mezzo di bambini sieropositivi di età inferiore ai 15 anni. Una precisazione importante: essere sieropositivi non significa necessariamente essere malati di AIDS.

Cause

L’AIDS è causato da un virus, l’HIV. Il virus dell’HIV si trasmette in diversi modi: scambio di fluidi corporei infetti (come il sangue), rapporti sessuali non protetti, durante la gravidanza, durante l’allattamento.

  • Nei bambini molto piccoli, l’infezione da HIV arriva direttamente dalla madre.
  • Le ragazzine pre-adolescenti e adolescenti, spesso, subiscono violenza sessuale da uomini sieropositivi.

L’AIDS nel mondo

  • Secondo i dati dell’Organizzazione mondiale della sanità, quasi 37 milioni di persone erano affette da HIV/AIDS nel 2014.
  • I decessi per cause legate all’AIDS sono stati un milione e 200mila.
  • L’Africa subsahariana è la zona del mondo più colpita da questo flagello: qui si trova circa il 70% della popolazione mondiale affetta da HIV/AIDS.

 

Cosa possiamo fare

Prima abbiamo specificato un aspetto importante. L’HIV è il virus che causa l’AIDS. Si può essere sieropositivi (avere cioè contratto il virus) ma non essere malati di AIDS. Se il virus viene tenuto sotto controllo, il bambino con l’HIV può ancora sperare di avere una vita normale.

Per fare questo occorrono farmaci antiretrovirali e cure specifiche. Ma farmaci e cure sono troppo costosi per Paesi dove la maggior parte della popolazione vive in condizioni di povertà estrema.

 

C’è bisogno del tuo aiuto

L’abbiamo già detto: l’AIDS non risparmia nemmeno i bambini. Possiamo aiutarli fornendo loro i farmaci di cui hanno bisogno. Ma per riuscirci abbiamo bisogno del tuo contributo.

 

Dati: Organizzazione mondiale della sanità