adottare una bambina cinese

È un Paese dalle due facce. Dietro quella del progresso economico ce n’è un’altra, fatta di miseria e di fame: in Cina, il 18% della popolazione vive in condizione di povertà estrema. Fame e miseria non risparmiano nemmeno le bambine. Però tu puoi aiutarle: puoi adottare una bambina cinese a distanza.

 

Scegliere il Paese

ActionAid lavora nei Paesi più poveri del mondo, quelli dove c’è maggiore bisogno di aiuto. Faremo il possibile per esaudire il tuo desiderio di adottare una bambina cinese. Puoi:

  • Inviare una mail a sostenitori@actionaid.org;
  • Telefonare al numero +39 02742001.

Cercheremo, ove possibile, di soddisfare le tue richieste per quanto riguarda il Paese a cui destinare il tuo contributo.

 

Un legame speciale

È il vero significato dell’adozione a distanza. Potrai scrivere alla bambina (non in italiano, lingua non conosciuta dagli operatori locali), riceverai le sue lettere e le sue fotografie aggiornate, se vuoi potrai anche andare a farle visita nel villaggio dove vive. Se necessario, ActionAid mette a tua disposizione un servizio gratuito di traduzione. Le adozioni a distanza sicure si riconoscono anche da questo.

 

Un viaggio, un incontro

Se vuoi, potrai decidere di fare visita alla bambina direttamente nel villaggio dove vive. Questo è uno dei momenti più intensi ed emozionanti dell’adozione a distanza. Basta avvisarci dalle 5 alle 8 settimane prima della partenza, così da permetterci di organizzare l’incontro con la bambina.

 

Doni e ospitalità

È preferibile non inviare doni alla bambina, né portaglieli quando andrete a farle visita: le vostre intenzioni sono ottime ma rischia di essere controproducente, in quanto potrebbe suscitare rivalità e gelosie. Allo stesso modo non è possibile ospitare la bambina in Italia, nemmeno per brevi periodi.

 

Un piccolo gesto

È quello che ti viene chiesto per adottare una bambina cinese a distanza: costa solo 82 centesimi al giorno, 25 euro al mese. Un piccolo gesto che regalerà un futuro migliore a una bambina che vive in uno dei villaggi più poveri della Cina.