accesso all'energia elettrica nel mondo

Negli ultimi anni è stato fatto tanto per porre rimedio a questo problema. Tanto, però, è anche ciò che resta da fare. Perché, anche se può sembrare impossibile, ci sono ancora persone che non hanno accesso all’energia elettrica. E questo comporta non pochi problemi. Visto che queste persone vivono quasi tutte nei Paesi più poveri del mondo.

La situazione a livello globale

In tutto il mondo, circa l’85% della popolazione ha accesso all’energia elettrica. Una percentuale sicuramente alta. Soprattutto se si considera che è stata in costante aumento negli ultimi decenni. Indice di quanto questo tema abbia assunto una sempre maggiore importanza.

Ma 85% significa anche un’altra cosa: c’è ancora un 15% della popolazione mondiale che non ha ancora accesso all’energia elettrica. Questo significa, su una popolazione di sette miliardi e mezzo, che più di un miliardo di persone non possono nemmeno accendere una lampadina.

Dove vivono queste persone?

Paesi dove meno del 10% della popolazione ha accesso all’energia elettrica:

  • Sudan del Sud: 4,5%;
  • Burundi: 7%;
  • Repubblica del Ciad: 8%;
  • Liberia: 9,1%.

Paesi dove meno del 20% della popolazione ha accesso all’energia elettrica:

  • Malawi: 11,9%;
  • Repubblica Centrafricana: 12,3%;
  • Sierra Leone: 13,1%;
  • Repubblica Democratica Congo: 13,5%;
  • Niger: 14,3%;
  • Tanzania: 15,5%;
  • Madagascar: 16,8%;
  • Guinea-Bissau: 17,2%;
  • Somalia: 19,1%;
  • Burkina Faso: 19.2%;
  • Ruanda: 19,8%.

Cosa significa…

…vivere senza avere accesso alla corrente elettrica? Puoi fare tu stesso un piccolo esperimento. Prova, per un giorno, a non utilizzare niente che richieda energia elettrica per funzionare. Come prima cosa, dovresti rinunciare a tutta una serie di agi che diamo per scontati.

Subito dopo, ti renderai conto che non avresti a disposizione nemmeno moltissimi servizi fondamentali. Come l’illuminazione stradale. O la possibilità di avere una struttura sanitaria funzionante alla quale rivolgerti in caso di emergenza.

È proprio così che vivono milioni di persone nei Paesi che abbiamo elencato. E sono proprio queste persone che vogliamo aiutare.

 

Fonte immagine: ActionAid.org.uk
Dati: Worldbank.org (i dati fanno riferimento al 2014)