Adotta ora

Spose bambine: storie di violenze e abusi


Gonzalo Guajardo/ActionAid


Le spose bambine sono circa 22 milioni nel mondo. Sposarsi in età precoce comporta una serie di conseguenze negative per la salute (una gravidanza precoce espone a un elevato rischio di mortalità sia la neo-mamma sia il suo bambino) e lo sviluppo sociale ed educativo della giovane. Ragazze e bambine vittime di matrimoni forzati sono soggette all'isolamento sociale e soprattutto all'abbandono scolastico, che ne pregiudica irreversibilmente la crescita e il futuro.

La situazione

In tutto il mondo, ci sono circa un miliardo e cento milioni di ragazze. Secondo le stime, 22 milioni di queste ragazze hanno contratto matrimonio in giovane età. Molte di loro sono già divorziate o vedove. E cento milioni di ragazze rischiano di sposarsi precocemente. Un rischio che potrà solo aumentare se la popolazione mondiale continuerà a crescere ai ritmi attuali, dal momento che il maggior incremento demografico è previsto nei Paesi più poveri del pianeta.(Dati Who)

Le cause

I fattori che espongono una bambina o una giovane ragazza al rischio di matrimoni forzati sono diversi:

  • La povertà;

  • L'onore della famiglia;

  • L'errata percezione che il matrimonio "proteggerà" la bambina;

  • Le norme sociali o religiose, che accettano questa pratica;

  • 59 milioni. Il 35% dei bambini che lavorano si trovano nell'Africa subsahariana.

  • Mancanza di leggi che proibiscano la pratica.

Spesso, i matrimoni precoci compromettono irrimediabilmente lo sviluppo, sia fisico sia psicologico, della bambina. Le altre conseguenze di questa pratica sono gravidanze precoci, isolamento sociale, abbandono scolastico. In particolare, l'abbandono scolastico impedisce alla bambina di potersi costruire un futuro dignitoso. Inoltre aumenta anche il rischio di subire violenza domestica.Ricordiamoci che il problema dei matrimoni precoci riguarda non solo le bambine ma anche bambini e adolescenti.(DATI: Unicef)

La situazione nel mondo

  • Bambine. A livello globale, la percentuale più alta di bambine sposate si riscontra nell'Africa subsahariana: quattro bambine su dieci prima dei 18 anni, una bambina su otto prima dei 15 anni. Altre zone del mondo dove si riscontra il problema sono America Latina e Caraibi, Medio Oriente, Africa settentrionale.

  • Ragazze adolescenti. A livello globale, circa una ragazza adolescente su sette (di età compresa tra 15 e 19 anni) è attualmente sposata. In Africa occidentale e centrale si riscontra la più alta percentuale di adolescenti sposate (27%), seguite da Africa orientale e meridionale (21%), e Medio Oriente e Africa settentrionale (14%).

  • Bambini e ragazzi adolescenti. Anche se di minore entità rispetto alla controparte femminile, ci sono anche ragazzi adolescenti costretti a sposarsi prima di aver compiuto 18 anni: in particolare, questo avviene in Repubblica Centrafricana, Caraibi, Nepal, Madagascar, Laos.

(DATI: Unicef)

La Convenzione sui diritti dell'infanzia

Proteggere il fanciullo significa anche tutelare bambini e bambine contro i matrimoni forzati."Gli Stati parti si impegnano ad assicurare al fanciullo la protezione e le cure necessarie al suo benessere, in considerazione dei diritti e dei doveri dei suoi genitori, dei suoi tutori o di altre persone che hanno la sua responsabilità legale, e a tal fine essi adottano tutti i provvedimenti legislativi e amministrativi appropriati"- articolo 3, comma 2 della Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia.